Chi siamo

L’Associazione  DIDATTICANDO  nasce nel 2012 a Venezia da un gruppo di giovani con esperienze e competenze diverse nell’ambito artistico che vivono in prima persona il mondo della cultura. L’Associazione veneziana Didatticando si propone di svolgere attività nel settore della formazione, della ricerca e dell’orientamento, nonché di progettare attività didattiche per bambini e ragazzi al fine di sviluppare in loro creatività e curiosità per la realtà artistica di Venezia.

 

I nostri obiettivi:

L’associazione  DIDATTICANDO si prefigge come obiettivo principale quello di creare una rete di relazioni tra le scuole della provincia di Venezia ed i musei, le fondazioni e le associazioni culturali che propongono attività didattiche. In tal modo Didatticando si impegna a coadiuvare gli istituti scolastici nella scelta della visita più adeguata, offrendo una visione completa e totale delle proposte del nostro territorio.
A tale scopo verrà realizzata una mailing list con i contatti di tutti i docenti interessati al servizio; iscrivendosi si potrà essere aggiornati regolarmente su tutte le proposte didattiche disponibili e, contestualmente, visionare tutte le proposte culturali suddivise in aree tematiche.

L’Associazione DIDATTICANDO si propone, inoltre, di ideare visite guidate e laboratori didattici rivolti a giovani, adulti e famiglie che siano soci o non dell’Associazione.

Le attività che DIDATTICANDO crea sviluppano diversi temi, ad esempio riciclo, arte, alimentazione, ambiente. 
Quello che accomuna tutte le attività che proponiamo è l’attenzione verso LA CREATIVITÀ.
La creatività è un elemento fondamentale per sviluppare nei bambini la capacità di immaginare, sperimentare ed agire, aiutandoli così, attraverso il gioco, a trovare nuove soluzioni ai problemi e alle difficoltà che gli si presentano.
Inoltre, attraverso l’utilizzo di diversi materiali e tecniche ciascun bambino entra in contatto con argomenti e conoscenze nuove che apprende in modo chiaro ed approfondito.
 

Chiara Poli, Marta Botter, Gloria Albertini, Roberta Gorni, Marta Zanin.